Elezioni Presidenziali : Francia 2017

 
Elezioni Presidenziali : Francia 2017
 
COMUNICATO  STAMPA
 
Il Presidente Nazionale di Italia Reale Stella e Corona, Avv. Massimo Mallucci, ha espresso la posizione dei Monarchici Italiani, politicamente impegnati, in relazione ai risultati delle elezioni presidenziali , svoltesi in Francia.
 
" I monarchici di Italia Reale - Stella e Corona esprimono soddisfazione per l'ottimo risultato raggiunto dalla candidata del Front National ,Marine Le Pen, in un sistema elettorale difficile, per chi esprime una voce "fuori dal coro", voluto dai padroni della politica e dai costruttori del consenso. 
 
I monarchici di Italia Reale sottolineano l'importanza dei risultati che danno il Fronte Nazionale maggiormente radicato sul territorio, in modo diffuso.
Questa situazione sarà utilissima  alle elezioni regionali e politiche.  
Osservano che anche la Francia ha trovato il suo "GRILLO" , nel candidato Macron, ben costruito e, in questo caso, coccolato ed osannato da tutti i poteri forti della finanza mondialista e vicini ai voleri delle banche centrali europee.  Giudicano straordinaria questa alleanza tra sinistra e falsa destra (quella del portafoglio).
 
Augurano a Marine Le Pen ed al Front National ogni successo, per opporsi alla decomposizione delle Nazioni Europee, voluta dalle lobbyes di una unione euro atlantica finalizzata alla costruzione di una repubblica universale , fondata sugli affari e sul denaro di pochi che creano miseria per molti."
 
L'addetto stampa.  
Pier Francesco Gaviglio Rouby
 
 
Share/Save

In evidenza

RIFLESSIONI SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016
 
Italia Reale raggiunge il 6,16% a Zenevredo,
3,07% a Montevecchia. 
3 Consiglieri Comunali eletti col nostro simbolo
 
 
Le recenti elezioni amministrative sono state caratterizzate, da un sempre maggiore allontanamento della popolazione dalla politica. Questa "Democrazia senza popolo" non ha più nulla da dire agli italiani. Non saranno certo le riforme di Renzi a recuperare la fiducia perduta. Quanto proposto, infatti, segnerebbe, in caso di vittoria dei sì, una ulteriore deriva autoritaria, con meno deputati sempre più controllabili e ben remunerati di soldi e di privilegi. Il Senato sarà consegnato ai "maneggioni" delle regioni.
 

comunicati, italiareale, politica

Ricordiamo la strage di via Medina di Napoli (11 giugno 1946)

A 70 anni dagli eccidi di via medina di Napoli,
Italia Reale - Stella e Corona non dimentica questi valorosi giovani monarchici !!! 
 
Al referendum istituzionale del 2 - 3 giugno 1946 la repubblica ottenne 12 milioni di voti e la Monarchia 10 milioni. Ma l'Italia è spaccata: il Sud per la Corona, il Nord contro.
Inoltre la maggioranza doveva essere calcolata sul totale dei votanti (incluse quindi le schede bianche e nulle), e visto i numerosi ricorsi presentati dai monarchici il risultato non era chiaro.
Il 10 giugno la Cassazione ufficializza il verdetto delle urne, ma non proclama la repubblica (che non fu mai proclamata!!), riservandosi di esaminare le contestazioni. 
 

monarchici, Napoli, storia

202° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri

Il 5 giugno 2016 si celebra il 202° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, istituita dal Re di Sardegna Vittorio Emanuele I di Savoia.
 
Noi Monarchici ci sentiamo particolarmente vicini all'Arma dei Carabinieri, e vogliamo ringraziare questa Forza Armata per il suo continuo impegno nel difendere tutti gli italiani.
 
 
Dal 1920, ci sono due fatti significativi per l’Istituzione: la genesi dei Carabinieri con le Regie Patenti del 13 luglio 1814, istituita da Vittorio Emanuele I di Savoia e la data di attribuzione della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Bandiera dell’Arma, il 5 giugno 1920, in ricordo del contributo fornito, in innumerevoli prove di coraggio ed attaccamento al dovere, dai militari della Benemerita di ogni ordine e grado nel corso della “Grande Guerra”.
 
 
 
 
 
 
 
 

carabinieri, savoia

Dopo 4 anni Salvatore Girone è finalmente tornato in Patria

Il fuciliere di Marina Salvatore Girone è atterrato all’aeroporto di  Ciampino con il Falcon 900 dell’Aeronautica militare. Ad accogliere il marò Salvatore Girone c'erano la moglie Vania Ardito, i due figli Michele e Martina, e suo padre.
Erano presenti anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e la ministra della Difesa Roberta Pinotti.
 
 
 

La repubblica italiana non ha però alcun merito nel rientro dei due marò Massimiliano Latorre e di Salvatore Girone, che in questa vicenda ha dimostrato quanto vale davvero poco a livello internazionale.

marò

Pages