In evidenza

Novellino : Il cuore di Marchini batte per i costruttori

Novellino (Italia Reale): ''Il cuore di Marchini batte per i costruttori''

''Ci fa sapere Alfio Marchini, ospite al salotto tv di Barbara D'Urso, che l'emergenza che gli sta più a 'cuore' è quella abitativa'', dichiara Angelo Novellino, candidato sindaco di Roma per la lista dei monarchici Italia Reale.

palazzinari roma''E' malizioso - si chiede - rilevare l'evidenza del conflitto di interesse e la necessità per il candidato Marchini di rappresentare la lobby dei costruttori romani?

Nel caso di vittoria di Marchini - continua Novellino - dovremmo forse aspettarci come prima mossa un bella aggiunta di milioni cubi di cemento e aree verdi e agricole improvvisamente rese edificabili?

La cosa tra l'altro sarebbe un colpo basso per la piccola proprietà edilizia e i risparmi di molti romani, mentre il mercato immobiliare crolla e gli scambi tornano indietro ai valori di trenta anni fa''.

 28 aprile 2013

 

comunicati, italiareale, politica, roma

Angelo Novellino, l’ottavo re di Roma

Angelo Novellino, l’ottavo re di Roma

Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio, Taquinio Prisco, Servo Tullio, Tarquinio il Superbo e Angelo Novellino. Sono i Re di Roma. O meglio, sette sono i leggendari re dell'Urbe, l'ottavo è il nuovo candidato a sindaco della Capitale, il quale stamattina ha presentato la sua lista, “Italia Reale”.

“Ne’ a destra, ne’ al centro, ne’ a sinistra. I monarchici per la gente”, è il motto dell'aspirante primo cittadino.

Il suo simbolo è una stella bianca su uno sfondo blu, in cui è rappresentata una corona. Una necessità di ritorno dei regali al potere, che il commercialista Novellino ha sintetizzato in un programma elettorale in cui spicca l’abolizione dell’Imu e dei consigli municipali, l'assegnazione di un finanziamento di di 3mila euro per ogni neonato romano nonchè l’introduzione di un canone per gli alloggi e le utenze nei campi nomadi.

“Hanno istituzionalizzato la corruzione e diffuso la miseria e l’incertezza per il futuro”, ha commentato l'aspirante sindaco nostalgico del sangue blu “Hanno venduto i risparmi e la nostra Patria agli affaristi dell’Euro. Serve una lista pulita per una Roma migliore.

Dopo 40 anni rialziamo le corone presentando la nostra lista monarchica e liberale”.

26 aprile 2013

comunicati, politica, rassegna, roma

LA REPUBBLICA NON E' CERTO L'AVVENIRE DELL'ITALIA

COMUNICATO STAMPA

Il Presidente Nazionale del Partito di Italia Reale - Stella e Corona, Avv. Massimo Mallucci, intervenendo ad un incontro televisivo sulla crisi politica in atto, ha dichiarato:

"I Monarchici di Stella e Corona denunciano il convulso guazzabuglio che caratterizza l'elezione del Presidente della Repubblica.

Confuse proposte all'On. Napolitano di prolungare la propria permanenza al Quirinale evidenziano un clima di disfatta e di disfacimento.

Una classe politica da basso impero che è riuscita a creare una democrazia senza popolo, visto il sempre maggiore disinteresse per le urne da parte degli elettori, cerca di eleggere un presidente, dando esempi di risse, ricatti tra partiti, inconfessabili proposte e baratti.

Una guerra sciatta e volgare tra fazioni che hanno creato un sistema di privilegi per pochi, hanno imposto le liste bloccate, per non permettere cambiamenti.

I risultati si vedono: la miseria aumenta, il lavoro della gente viene umiliato, la disoccupazione crescente toglie speranza ai giovani, l'autonomia della Patria è stata venduta all'euro che ha creato solo speculazioni e disperazione.

comunicati, politica

ITALIA REALE per ROMA

Una classe politica bizantina e corrotta,  senza una missione per l'Italia e incapace di fornire risposte ai problemi della gente, la sospensione della democrazia realizzatasi col governo quirinalizio dei "tecnici" ed ora con la nomina di 10 presunti saggi hanno obbligato i monarchici italiani a scendere nell'agone della politica attiva dopo lunghi anni di assenza.

ITALIA REALE rialza le insegne di Stella e Corona per dimostrare che occorre cambiare modo di fare politica.

A Roma alle prossime elezioni di maggio ITALIA REALE non si schiererà nè al centro, nè a destra, nè a sinistra ma con la gente ed i più deboli.

Occorre cambiare sistema ed inziare una controrivoluzione tranquilla per mandare a casa una casta di privilegiati che hanno istituzionalizzato la corruzione e diffuso l'insicurezza. Hanno svenduto la nostra Patria alle banche d'affari europee, che hanno creato uno Stato virtuale ma onnipresente, che umilia il lavoro ed i risparmi della gente.

Gli ultimi epigoni di un regime asfittico ci ha regalato un'economia di guerra in tempo di pace.

politica, roma

Pages