Voghera : riunione di Italia Reale Stella e Corona

Venerdì  26  settembre 2014,
con inizio alle ore 18,
si terrà in VOGHERA,
presso il locale "Pirati" in C.so 27 marzo 140,
 
la prima riunione della delegazione della Provincia di Pavia di Italia Reale - Stella e Corona.
 
 
Il Segretario provinciale Sig. Afro Silvio Caleffi, invita tutti gli iscritti, amici e simpatizzanti a partecipare, per discutere assieme sulla presenza, nel territorio, dei monarchici, impegnati politicamente ad affermare il progetto di rifondazione dello Stato:
Dalla repubblica delle oligarchie alla monarchia di popolo.
Tagliamo i privilegi ai politici, non le rappresentanze democratiche.
 
Il Dott. Afro Caleffi parlerà delle prossime elezioni amministrative e della necessità di iniziare a preparare le liste dei candidati.
Interverrà il Presidente Nazionale Avv. Massimo Mallucci che relazionerà sulle attività svolte.  
Share/Save

Referendum in Scozia

Il Presidente Nazionale di Italia Reale - Stella e Corona Massimo Mallucci ha rilasciato la seguente dichiarazione, a seguito dei risultati referendari scozzesi:

Gli indipendentisti hanno perso. Il Regno è unito, pur nelle sue differenziazioni territoriali, derivanti da cultura e storie, a volte diverse. Riteniamo che l'istituzione monarchica non fosse in discussione. Era in discussione l'identità della nazione.

PensiamoUK-UE, pertanto che abbiano perso, soprattutto, i marpioni della grossa finanza internazionale, feroci assertori della repubblica universale che accumulano ricchezze per pochi e distribuiscono miseria per molti.

L'Europa dell'euro è stata, in effetti, sconfitta. Riteniamo che la vera protagonista di queste elezioni sia stata la Regina Elisabetta che ha pronunciato pochissime parole, ben consapevole del ruolo della Corona che la pone al di sopra delle parti.

Riteniamo, però, che quel "pensateci bene" abbia determinato un'attenzione maggiore su quelli che sarebbero stati gli esiti referendari, se avesse prevalso l'indipendenza. L'immagine della Regina è rimasta impeccabile. Una Sovrana che ha garantito pace, libertà e prosperità al suo Regno, compresa la Scozia, non poteva comportarsi diversamente. Il ruolo della monarchia emerge più chiaro che mai: garante delle libertà di tutti e dell'identità della patria, contro un sistema fondato sulle frodi e la corruzione che deve essere bloccato.

Si tratta dello stesso Sistema che progetta la DECOMPOSIZIONE DEGLI STATI EUROPEI, per imporre le nuove tirannidi, fondate sulla forza del potere economico di pochi.

Altro elemento che emerge è quello che riguarda una sicurezza che non dovrebbe essere solo britannica ma appartenere a tutti i popoli: quella di poter decidere sempre il proprio futuro, in modo diretto e personale. Garanzia, quest'ultima, molto offuscata nell'Italia di oggi.

Share/Save

In evidenza

Elezioni Europee 2014

Il presidente nazionale del partito "Italia Reale Stella e Corona", avv. Massimo Mallucci, in relazione ai risultati elettorali per le Europee ha rilasciato la seguente dichiarazione.

 I monarchici di Stella e Corona sottolineano il lento e inesorabile declino dell'affluenza alle urne; gli elettori sono sempre di meno, dimostrando disinteresse per un sistema nel quale non si riconoscono più.

I massmeda fanno il gioco dei bussolotti con le percentuali, non indicando le astensioni, le schede bianche e nulle. Le percentuali indicate potrebbero essere considerate come virtuali. In termini reali la affluenza alle urne è stata del 58,68%, circe l'8% in meno rispetto alle precedenti elezioni europee. Occorre, però, evidenziare le 577856 schede bianche (1,99%) e le 954710 schede nulle (3,30%). Queste percentuali riducono ancora di più il 58.68%.

In Italia è stata festeggiata la vittoria virtuale del PD di Renzi. Le parrocchiette arcobaleno e i progressisti di comodo hanno poco da rallegrarsi, in quanto tali risultati lasceranno l'Italia ultima vassalla della Germania di Merkel e delle banche d'affari.

I risultati controtendenza ottenuti in Francia e nel Regno d'Unito, per non parlare dell'Ungheria, Polonia e di quasi tutti gli altri Paesi, salvaguarderanno le rispettive Nazioni e usciranno quanto prima da questa Europa orma gestita da i reduci peggiori della nomenklatura marxista e in pieno accordo con i grandi gruppi finanziari mondialisti.

Per certuni, "ammantati di amor patria", forse una dosa di umiltà e una "Stella e Corona" in più avrebbero loro garantito l'accesso in Europa.

 

comunicati, elezioni, europa, politica

Renzi vuole più donne... non gli basta la Merkel ?

"Nomine, Renzi vuole più donne... "

ci domandiamo: non gli basta la Merkel ?

Le sue ingerenze nella nostra politica, ove è piombata con i suoi ministri (le Banche d'affari), sembrerebbe condensare parecchie "quote rosa". In effetti il Presidente del Consiglio, non votato dagli Italiani, si riferisce ai vertici delle grosse aziende pubbliche, come ENI , ENEL, Poste....

Si tratta della solita riforma "di facciata" con molta demagogia e poca sostanza.

Sia chiaro che una donna può essere più capace di un uomo in un determinato campo di attività. Non si debbono, però, determinare privilegi e discriminazioni, "al contrario".

Il Capo dello Stato Napolitano afferma,invece, "dall'Ue non si torna indietro". La Frase è riportata a "piena pagina", a caratteri cubitali. Sembra una parola d'ordine di vecchie memorie. Queste parole d'ordine non ci sono mai piaciute ed hanno portato poca fortuna all'Italia.

Imposte dall'alto...poi.... Vi ricordate: "La parola d'ordine è una sola, categorica e impegnativa per tutti..."

Questa volta non è la grandezza della Patria che ha animato molti cuori ma è un riferimento incontrovertibile: dall'Europa dell'euro non si torna indietro. Il patto d'acciaio Roma - Berlino - Banche d'affari è ben consolidato nella mente dei vertici della politica: ci penseranno gli elettori, soprattutto francesi, inglesi, austriaci, ungheresi a riaffermare l'identità della Nazione.

In Italia, al massimo, gli anti euro riescono a parlare di identità regionale che è quella che i grossi potentati vorrebbero: un'Europa di regioni senza autorità dello Stato.

La "repubblica universale" continua ad affermarsi a grandi passi.

 Presidente di Italia Reale, Massimo Mallucci

 

euro, merkel, politica, Renzi

Pages

Alcuni dei nostri progetti

View full portofolio